40% a Fondo Perduto per le aziende toscane attive in agricoltura

Blog Visite: 50

Psr Feasr 2014-2022

 “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o sviluppo dei prodotti agricoli”

40% a Fondo Perduto per le aziende toscane attive in agricoltura

Finalità

Garantire una positiva ricaduta economica sui produttori primari, contribuire al rafforzamento delle filiere agroalimentari, valorizzare la produzione di qualità, attraverso il sostegno degli investimenti in beni materiali ed immateriali tesi ad aumentare la competitività, promuovere l’adeguamento e l’ammodernamento delle strutture produttive di trasformazione e di commercializzazione, migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro e tutti i processi produttivi rispettosi dell’ambiente. Sono queste le finalità del bando approvato dalla Regione Toscana

Attraverso il bando sono concessi contributi in conto capitale (fondo perduto) a imprese agroalimentari che operano nel settore della trasformazione, della commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli inseriti nell’allegato I del Trattato UE

Soggetti Beneficiari

Sono ammesse a presentare domanda e a beneficiare del sostegno le piccole medie imprese (PMI), compreso gli Imprenditori agricoli professionali (Iap), che:

- operano nel settore della trasformazione, della commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli inseriti nell’Allegato I del Trattato di Funzionamento della UE, esclusi i prodotti della pesca;

- effettuano investimenti nelle strutture di commercializzazione dei prodotti floricoli.

 

Interventi finanziabili

Sono ammessi interventi finalizzati all’attività di trasformazione e di commercializzazione dei prodotti agricoli al fine di contribuire al consolidamento delle filiere agroalimentari e allo sviluppo di nuovi prodotti. Il sostegno è rivolto anche ad interventi di razionalizzazione dei processi produttivi delle imprese agroalimentari, con lo scopo di accrescere la competitività delle imprese stesse in termini di riduzione dei costi di produzione.

In particolare, sono ammissibili a finanziamento le seguenti tipologie di spesa:

  1. Investimenti materiali, lavori e opere edili
  2. Investimenti materiali, macchinari e attrezzature
  3. Spese generali
  4. Investimenti immateriali (sistemi informatici e Portali WEB)

Contributo

L’intensità del sostegno è pari 40%  per tutti gli investimenti, incluse le spese generali.

Massimali e minimali di contributo

L’importo massimo del contributo pubblico concesso per singola domanda di aiuto è pari a 600.000 euro

Non sono ammesse domande di aiuto con un contributo minimo richiesto/concesso inferiore a:

- 50.000 euro;

- 30.000 euro per gli IAP che effettuano esclusivamente investimenti per prodotti in uscita non inseriti nell’Allegato I del Trattato UE.

Oltre ai soggetti IAP, che realizzano investimenti nella trasformazione e commercializzazione:

  1. non possono presentare domande di aiuto per un importo minimo del contributo pubblico concedibile (in sede di atto di assegnazione dei contributi) inferiore a 250.000 euro per investimenti ammissibili anche sul tipo di operazione 4.1.1 del Psr Feasr (per prodotti in uscita inseriti nell’allegato I del Trattato UE e per trasformazione/commercializzazione di prodotti di provenienza extra-aziendale fino al massimo di 1/3 del totale aziendale trasformato/commercializzato;
  2. possono presentare domanda di aiuto, per investimenti non ammissibili sul tipo di operazione 4.1.1 del Psr Feasr (per prodotti in uscita non inseriti nell’allegato I del Trattato UE e per trasformazione/commercializzazione di prodotti di provenienza extra-aziendale superiore ad 1/3 del totale aziendale trasformato/commercializzato), rispettando il limite di 30.000 euro.

Data di scadenza presentazione domande

27 giugno 2022

Per maggiori informazioni telefona ai nostri uffici allo 0575/354444 oppure scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stampa