La nuova legge di Bilancio 2021 ha ulteriormente esteso il Piano Nazionale della Transizione 4.0 e potenziato i Vantaggi Fiscali per gli investimenti in ottica Industria 4.0.

Dal 2021 sarà possibile ottenere un credito di imposta del 50% da suddividere in 3 quote annuali, a partire dall’esercizio fiscale dell’investimento. Nel caso di fatturato inferiore a 5 milioni di Euro, il vantaggio viene goduto in un’unica quota.

Un aspetto particolarmente interessante della nuova la legge è che questa consente il cumulo con i vantaggi fiscali introdotti dalla Legge Sabatini e consente di acquistare i beni anche mediante locazione finanziaria (Leasing), che può essere ulteriormente mediato dalla Contro Garanzia del Fondo di Garanzia per le PMI.

Sommando tutte queste interessanti opportunità, riteniamo che il prossimo biennio rappresenti il momento ideale per innovare la propria azienda, effettuando investimenti in impianti e macchinari Industria 4.0.

Volendo esemplificare in concreto l’ammontare economico dei vantaggi sopra elencati, ipotizziamo di acquistare, mediante leasing, un macchinario del valore di 100.000€.

Usufruendo della garanzia del 80% prestata dal fondo per le PMI è possibile ottenere una locazione finanziaria a tassi estremamente competitivi, di solito al di sotto del 5%. Usufruendo della legge Sabatini, tale tasso può essere abbattuto del 3,575%, ottenendo immediatamente un contributo a Fondo Perduto in conto interessi di €3.575,00, monetizzando in anticipo lo sconto sull’interesse applicato.

Se il nuovo macchinario viene acquistato in sostituzione di uno più vecchio, ma che possiede ancora un valore commerciale, questo può essere venduto e la somma incassata non deprime in alcun modo i contributi e i vantaggi fiscali ottenibili, garantendo così una iniezione di liquidità immediata in azienda.

Infine, una volta realizzata l’interconnessione ai sistemi di fabbrica del nuovo macchinario, è possibile usufruire da subito del credito di imposta di 50.000€, che può essere utilizzato in compensazione nel pagamento degli F24, sia per le imposte che per i contributi.

In conclusione, è facile capire come un investimento in innovazione possa diventare anche una interessante opportunità economico/finanziaria: a fronte di un indebitamento di medio/lungo termine si può in realtà ottenere una iniezione di liquidità immediata grazie al contributo della Sabatini e alla compensazione del credito di imposta del 50% del valore del macchinario.

Tutto quanto sopra deve però essere attentamente valutato e gestito, anche in merito alla cumulabilità delle varie Leggi, per non incorrere in errori e possibili revoche del contributo che possono, tra l’altro, essere accompagnate da sanzioni.

BRT Consulting srl è in grado di gestire l’intero iter sopra descritto, mettendo a vostra disposizione il suo personale altamente qualificato nella redazione e gestione delle pratiche sopra menzionate. Grazie ad accordi di partnership commerciale sottoscritti con importanti istituti di credito e società finanziarie, possiamo accompagnarvi nella definizione del contratto di leasing. Infine, siamo a vostra disposizione anche per la redazione della Perizia Tecnica Asseverata e/o Giurata necessaria all’ottenimento del credito di imposta Industria 4.0.

Please follow and like us: