SMART ATTACK – Regione Umbria

Finalità:

Supportare le micro, piccole e medie imprese con sede in UMBRIA che vogliano realizzare investimenti innovativi e inerenti alla transizione digitale, conseguendo congiuntamente l’ampliamento della capacità produttiva e dell’occupazione.
La misura promuove gli investimenti innovativi coerenti con gli ambiti di specializzazione identificati nell’ambito della Strategia di Ricerca e Innovazione per la Specializzazione Intelligente (RIS 3).

Stanziamento:

7 milioni di euro.

Beneficiari:

micro, piccole e medie imprese del settore della produzione e dei servizi alla produzione.

Importi:

investimenti da 150.000 a 1.500.000 euro.

Misura delle agevolazioni:

Caratteristiche degli interventi:

  • investimenti innovativi e di transizione digitale finalizzati all’introduzione in azienda di nuovi prodotti e/o processi produttivi e all’ampliamento della capacità produttiva;
  • l’intero progetto dovrà essere realizzato entro il termine massimo di 12 mesi dalla data di comunicazione di ammissione.

Spese ammissibili:

  • a) Opere murarie ed impiantistiche (max 5% dell’investimento b1 e b2);
    b1) Macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese, ma NON rientranti nel modello “Impresa 4.0”;
  • b2) Macchinari impianti ed attrezzature funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese secondo il modello “Impresa 4.0” (Allegato 11 – sezione “A”);
  • c1) Beni immateriali non rientranti nel successivo comma c.2;
  • c2) Beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi ad investimenti in beni materiali «Impresa 4.0» (Allegato 11 – sezione “B”);
  • c3) Brevetti ed altri diritti di proprietà industriali;
  • d) Investimenti per la digital transformation;
  • e) Spese di consulenza per l’introduzione, l’acquisizione e l’ottimizzazione delle tecnologie di cui ai precedenti commi b1, b2, c1, c2, d, ivi comprese spese di consulenza per la realizzazione di digital assessment e spese di consulenza finalizzate all’acquisizione di software per favorire l’integrazione di sistemi produttivi tra aziende (max 15% delle spese totali).

Le spese di cui al punto d) ed e) sono ammissibili complessivamente nella misura massima del 40% delle spese totali ammesse per il progetto.
Il progetto proposto dovrà prevedere obbligatoriamente spese di cui al punto b1 e/o b2.
Sono ammissibili a contributo le spese riferite ad interventi avviati dall’impresa dopo la presentazione della
domanda.

Istruttoria e graduatoria

Prima fase formale volta a verificare la completezza della documentazione presentata, il rispetto dei
requisiti di ammissibilità e l’assenza di cause di esclusione.
Seconda fase valutativa con analisi dei criteri per la definizione della graduatoria:

a) Coerenza RIS 3: ON/OFF

b) Rilevanza patrimoniale dell’investimento (max 15 punti)

c) Valutazione indici bilancio soggetto proponente (max: 9 punti)

d) Grado di innovatività del progetto (max 40 punti)

e) Presenza digital assessment (max 6 punti)

f) Incremento occupazionale (max 20 punti)

g) Impatto in termini di pari opportunità, non discriminazione di genere (4 punti)

h) Imprese a prevalente composizione giovanile (3 punti)

i) Impatto in termini di tutela ambientale (3 punti)

Presentazione domande:
Telematica entro le ore 12:00 del 1 ottobre 2021

Per informazioni rivolgetevi ai nostri uffici allo 0575/354444 (Dott.Massimo
BIRIBICCHI – Dott.Ing. Simone RICEPUTI) o scrivete a finanziamenti@brtconsulting.it